Stampa

In tutte le civilizzazioni il digiuno fa parte della vita spirituale e temporale.

Messe da parte queste convinzioni, è utile digiunare? La risposta è si.

Il digiuno detossifica e permette al corpo di mettere in atto dei meccanismi di riparazione e rigenerazione, a condizione che certe regole medicali di precauzione e un un preciso protocollo siano rispettati, durante e dopo il regime di digiuno terapeutico.

Quest’ultimo è variabile da 3 a 40 giorni a seconda degli individui e delle loro motiviazioni, il tutto sempre controllato da un medico.

Digiunare significa offrire al sistema digestivo una pausa del quale beneficerà l’intero organismo. Privandosi della stimolazione digestiva e delle sue funzioni di secrezione, nervose e muscolari, associate al peristaltismo, l’organismo libererà una quantità di energia vitale estremamente sottovalutata. Potrà, quindi, orientare tutti i suoi sforzi per rafforzare le funzioni :

N.B. Un opuscolo sul digiuno e il suo svolgimento vi sarà fornito in occasione della vostra visita al centro.

Come prepararsi al digiuno? Esempio possibile :

Per una prima esperienza è consigliata una cura di 7 giorni, la durata, però, dovrebbe essere determinata col medico. Per combattere una malattia cronica, la cura potrebbe essere prolungata fino a 14 giorni. A secondo della patologia, la cura può essere ripetuta.

Il digiuno sarà accompagnato da :

Il digiuno dovrà essere interrotto nel caso di :